ADAMO
Studio Collection

EMI - 2005 / 2008 (ristampa con nuova copertina) - CD Box

CD 1

01 - Che funerale
02 - Gridare il tuo nome
03 - Perduto amore
04 - Sei qui con me
05 - Cade la neve
06 - Dolce Paola
07 - Non voglio nascondermi
08 - Vous permettez, monsieur?
09 - Lei
10 - Non mi tenere il broncio
11 - La notte
12 - Non sei tu
13 - Al nostro amore
14 - Amo
15 - Inch'Allah
16 - Una ciocca di capelli
17 - Insieme
18 - Lascia dire

CD 2

01 - La mia vita (Vivere)
02 - Affida una lacrima al vento
03 - Domani sulla luna
04 - Ho tanti sogni nerl mio bagaglio
05 - La tua storia è una favola
06 - Tu somigli all'amore
07 - Un anno fa
08 - Accanto a te l'estate
09 - Io t'amavo
10 - Donna
11 - Non aver paura
12 - Ciao amico, come va?
13 - Bocca ciliegia, pelle di pesca
14 - Ma che volete che vi canti
15 - Sasso rosa sasso blu
16 - Donne dell'estate
17 - E muore un amore
18 - E' la mia vita

 


 ADAMO, CD: Studio Collection (2005)

Salvatore ADAMO

 ADAMO, CD: Studio Collection (2008)


Per la serie: "Studio Collection" EMI Music italia ha creato un doppio cd di ADAMO.
E' un cd particolare, diverso dai precedenti, è l'unico doppio, con 36 canzoni, di cui alcune per la prima volta in cd, e ha un libretto con i testi, mai presenti neppure sui dischi in vinile. Si possono così riascoltare riunite quasi tutte le canzoni incise da Adamo con la EMI, i grandi successi come
La notte, Non mi tenere il broncio, Lei, Amo, Cade la neve, che nella traduzione giapponese avrà 500 versioni, Dolce Paola, dedicata alla Regina del Belgio, Inch'Allah, primo segnale di quel profondo impegno civile che porterà Adamo ad essere oggi ambasciatore dell'Unicef, Affida una lacrima al vento, vincitrice del Festivalbar nel 1968, insieme ad altre canzoni tratte dal raro Lp ...e cogliere l'attimo fuggente del 1972, per finire con le ultime incise per la EMI a metà degli anni Settanta. È una compilation importante perché nel riascoltare queste canzoni, ora in ordine cronologico, si può seguire l'evoluzione che Adamo, con nuove forme espressive, ha impresso alla canzone melodica tra gli anni Sessanta e Settanta. Nelle prime canzoni, con testi di una poeticità che unisce la migliore tradizione culturale francese all'immaginario siciliano, con un sapiente uso di rime e assonanze, si ritrovano i buoni e semplici sentimenti di quel tempo perduto, prevalgono le tenerezze e le malinconie di un triste Pierrot, mentre in qualche altra canzone l'umorismo si intreccia con l'ironia. La sua voce inconfondibile, rauca e vellutata, fa da tramite all'evoluzione musicale e testuale delle successive canzoni degli anni Settanta, pur sempre all'interno dello stesso genere romantico gli arrangiamenti si fanno più elaborati, mentre i testi riflettono introspezioni e meditazioni più complesse, si arricchiscono di metafore e di allegorie, ora cantando l'amore con nuove prospettive, come in Non aver paura, E muore un amore, ora denunciando, in nome della libertà e degli alti ideali, violenze e ingiustizie, come in Ma che volete che vi canti? e in Sasso rosa, sasso blu. Ci si auspica di avere presto in cd anche le altre canzoni di ...e cogliere l'attimo fuggente, tradotte in italiano da Herbert Pagani, e del futuro Lp, altrettanto raro, Libertà dove sei by Francesco Piga




 Home